Non è bello ciò che è bello ma è bello ciò che è magro?

weight-stereotyping-main

I Disturbi del Comportamento Alimentare sono una vera e propria emergenza del nostro tempo.
Si tratta di disturbi caratterizzati da un’alterazione del rapporto che il soggetto ha con il proprio corpo e con il cibo: si riscontrano molto più frequentemente nel sesso femminile ed insorgono principalmente durante l’adolescenza e nella prima età adulta. Sembra non esistere un’ unica causa specifica e ben determinata ma si tratta piuttosto di un’interazione tra diversi fattori: familiari, ambientali, legati alla storia di vita.

Grazie ad alcune ricerche si è però visto come l’esposizione ai mass media che promuovono un modello di bellezza eccessivamente magro abbia un effetto negativo sull’immagine corporea e sulle condotte alimentari anche in età molto giovane. Si è visto infatti come soprattutto le ragazze più giovani siano suscettibili all’ideale mediatico di magrezza che porterebbe a intaccare la soddisfazione per la propria forma fisica e sviluppare comportamenti alimentari sbagliati (ad esempio il continuo essere a dieta), aspetti centrali del disturbo alimentare. Oltre a promuovere un’ideale sbagliato di magrezza, i messaggi provenienti dai media associano spesso l’essere più in carne all’essere non attraenti e a svariati altri attributi negativi. (E qua me la prendo sul personale, n.d.a.)
Inoltre l’insoddisfazione per la forma fisica precede sintomi depressivi durante la prima adolescenza nelle ragazze.

Per indagare da vicino questi effetti è stato effettuato uno studio in Norvegia che ha testato sperimentalmente gli effetti dell’ideale di magrezza mediatico su ragazze preadolescenti (9-12 anni) che sono state divise in gruppi diversi; alcune di loro hanno visto in TV immagini di top model molto magre, altre una soap opera e altre ancora un documentario. Successivamente è stato indagato se il loro grado di soddisfazione corporea variasse o meno.

Il risultato principale è stato che l’effetto dell’esposizione alle immagini delle top model era direttamente collegato all’età: le ragazze di 11-12 anni mostravano un aumento dell’insoddisfazione corporea come effetto diretto delle immagini. Si tratterebbe quindi di un’età in cui le ragazze diventano effettivamente più vulnerabili all’influenza dei media rispetto agli ideali di bellezza, probabilmente a causa dell’ingresso nel periodo puberale di trasformazione corporea durante il quale il seno si ingrossa, aumenta il grasso sottocutaneo, si vivono i primi cicli mestruali. Tutto questo potrebbe renderle più suscettibili rispetto all’ideale di bellezza magra e desiderare di applicarlo al loro stesso corpo.

Non è stato registrato alcun incremento nell’insoddisfazione corporea quando le ragazze guardavano le soap opera: questo suggerisce che l’effetto negativo sia presente soprattutto quando viene posta un’enfasi esplicita sull’ideale di magrezza nei programmi televisivi. In mancanza riferimenti espliciti sembra quindi che l’ideale di magrezza non intacchi direttamente la soddisfazione corporea delle ragazze adolescenti.

Questo è quello che ci dicono Doeschka J. Anschutz e collaboratori nel loro articolo “The direct effect of thin ideal focused adult television on young girls’ ideal body figure” pubblicato su Body Image nel 2011. Grazie a questa ed altre ricerche fortunatamente negli ultimi anni si sta invertendo un po’ la rotta. Alcuni esempi sono la “Campagna per la bellezza autentica” della Dove (prima che concentrasse tutte le sue attenzioni alla sensibilizzazione per i diritti delle ascelle), le dure critiche ricevute da diverse case di moda (ad esempio la Hollister) per l’impiego di modelle molto magre e la decisione del governo di Israele di censurare tutte le immagini simili.

C’è decisamente molto ancora da fare per rendere consapevole l’opinione pubblica degli effetti drammatici delle immagini provenienti dai media e sulla tematica dei disturbi alimentari: dai il tuo contributo, partecipa alla IV Giornata Nazionale del Fiocchetto Lilla e condividi quest’articolo!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...